Breve estratto da Assonanze Notturne

 

“…indossai in fretta il Suo maglione e mi allontanai in punta di piedi. Mi fermai vicino un piccolo tavolo in ferro battuto, dalle gambe arricciate come code di gatto e dal ripiano in cristallo, proprio accanto la finestra del salone. Poggiai sopra alcuni fogli e una penna trovati nella Sua borsa, e sedendomi in fretta presi a scrivere illuminata da un piccolo abat-jour e dall’alba che cominciava a filtrare attraverso le persiane socchiuse”.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...